Le parole di Francesco Guccini. Romanzi poesie storie e ballate nelle canzoni di un poeta cantautore

Le parole di Francesco Guccini.  Romanzi poesie storie e ballate nelle canzoni  di un poeta cantautore
Autore: Nocera Gemma
Titolo: Le parole di Francesco Guccini
Disponibilità: Immediata
ISBN: 978-88-88849-40-9
Pagine: 208
Anno: 2009
Codice: GZ75
Formato: 15x21
Prezzo: 15,00€
Pz:     - O -   Aggiungi alla lista
Confronta

 

Una ricerca sulle fonti che hanno ispirato quei versi che rimarranno nella storia della musica italiana e nella Storia del nostro Paese, decine di testi che parlano di noi e dell’Uomo, degli avvenimenti di tutto un secolo, di temi universali sempre attuali. Una poesia che nel corso di più generazioni, ha colmato le nostre solitudini, placato per un momento le nostre ansie e dato respiro ai nostri desideri.

 

In questo testo gli argomenti trattati sono diversi e vi compaiono rimandi, citazioni, riferimenti che possono sovrapporsi e accavallarsi in quanto la materia di studio sarebbe infinita. Ogni capitolo riporta una canzone o, in alcuni casi, un gruppo di canzoni legate tra di loro da un’opera letteraria o poetica o da un autore. Le canzoni sono presentate in base all’anno di pubblicazione. Le parti in corsivo sono citazioni tratte dalle sue canzoni. Molte note, soprattutto quelle che danno informazioni di tipo letterario o storico, sono state aggiunte per offrire a ogni categoria di lettori i dati sufficienti per comprendere in pieno i temi in questione. I testi delle canzoni riportate per intero sono trascritti con la divisione in versi mentre quelli di cui è presente solamente una parte sono trascritti per esteso e in corsivo.

Una complicatissima semplicità
Francesco Guccini ha affermato che avrebbe desiderato intraprendere la carriera di insegnante (per i periodi estivi lo ha anche fatto presso il Dickinson College, collegio dell’Università della Pennsylvania.) e sarebbe stato un ottimo insegnante: colto burbero paziente affettivo. Ma negli anni Sessanta ha iniziato a mettere insieme parole scritte su tracce musicali e ne è nato un cantautore fenomenale. L’eredità che ci lascia è preziosissima: un patrimonio di canzoni che rimarranno nella storia della musica italiana e nella Storia del nostro Paese, decine di testi che parlano di noi e dell’Uomo, degli avvenimenti di tutto un secolo, di temi universali sempre attuali. Una poesia che nel corso di più generazioni, ha colmato le nostre solitudini, placato per un momento le nostre ansie e dato respiro ai nostri desideri. 
Questo libro su Guccini, tuttavia, non vuole essere un testo agiografico, di sotterranea o palese deificazione di un «cantautore», ma una oggettiva e puntuale ricerca sulle fonti che hanno ispirato quei versi in cui facilmente si avverte una pulsione autobiografica. Quei versi che i «gucciniani» hanno nella testa da anni, che citano nei loro scritti, che hanno fatto propri utilizzandoli per sé. Anche se lo amiamo, è ovvio, non vogliamo mitizzarlo, né cercare tra le pieghe delle sue parole il suo vissuto più intimo. Il nostro intendimento è approfondire la comprensione dei suoi temi, entrare nel suo paesaggio letterario e farci partecipi delle sue emozioni, che sono anche le nostre. Quelle di un «montanaro», cresciuto con un’educazione da montanaro, unico onesto «cantautore» dopo l’aristocratico De Andrè, che ha saputo trarre dalle sue radici spericolatezza e saggezza, ribellione e pazienza, senso pratico e sogni.
Poeti ce ne sono, e ce ne sono stati tanti, pure cantanti, e scrittori, e letterati… ma che cos’è che rende «grande» e unico Guccini? Una complicatissima semplicità. Semplice e complesso a un tempo. Semplice inteso nel senso dell’assoluta purezza e ingenuità del suo sguardo sul mondo, sguardo che non finge, non distoglie, non elude ma punta dritto all’essenziale, a ciò che conta e che vale. Uno sguardoinnocente come il suo eskimo con se stesso al centro, partendo da una attenzione autobiografica: se stesso in rapporto al prossimo e alla sua terra, se stesso e le compagne di vita, se stesso e le grandi domande senza risposta. Complesso in quanto i temi affrontati sono i temi universali, le eterne questioni esistenziali che nei secoli gli umanisti si sono posti: lirismo e suggestioni quotidiane che si intrecciano ai quesiti filosofici, il tutto trattato attraverso fecondi echi letterari e poetici che denotano una spiccatissima sensibilità.
Francesco Guccini ci ha cantato il suo mondo attraverso il sottile piacere della parola e del riferimento letterario. A noi è dato il diletto di ascoltarlo, di comprenderlo e di svelare l’arcano che si cela nei suoi versi.

 

Gemma Nocera

Gemma Nocera, laureata in filologia. Da molti anni indaga sui percorsi letterari e musicali che hanno attraversato il Novecento italiano. Insegna lettere nella scuola superiore.

 

 

 

Scrivi una recensione

Nome:


La tua recensione: Note: Non inserire codice HTML!

Valutazione: Pessimo           Buono

Inserisci il codice nel box sottostante:



Giancarlo Zedde Editore, via Duchessa Iolanda 12, 10138 Torino - Italy tel (0039) 011 4331241 fax 011 19790468. P. I.V.A. 07276200016, C. F. ZDD GCR 54R27L219N